Browsed by
Categoria: Senza categoria

Con-Tatto

Con-Tatto

Il seminario si articolerà sull’utilizzo di tecniche di osservazione, analisi e proposta di movimento, con particolare attenzione al mondo delle diverse abilità.
I temi trattati durante il seminario potranno essere utilizzati dai partecipanti anche in ambiti diversi, come introduzione alle tematiche dell’uso del movimento in ambito terapeutico nonché dell’ascolto e conoscenza di se stessi come base per l’ascolto e la conoscenza dell’altro.
Partendo dall’esperienza di laboratorio con la Compagnia della Mia Misura, un progetto di inclusione sociale delle diverse abilità attraverso l’arte e la danza attivo dal 2011, i partecipanti esploreranno tecniche e modalità da utilizzare nel lavoro con persone con bisogni speciali.

Verrà posta particolare attenzione su :

– focalizzare la sensazione e osservare il proprio corpo in movimento, anche in relazione ai vissuti emozionali;

– favorire la riflessione e la consapevolezza rispetto a quanto si è sperimentato a livello corporeo;

– promuovere un percorso verso una maggiore padronanza di sé, nuove possibilità di scelta, opportunità di cambiamento personali e professionali.

Descrizione del corso:

– venerdì 8/06 ( 3 ore )
Ore 16-18: partecipazione al laboratorio integrato di DMT.
Ore 18-19: riflessione sull’esperienza ed elaborazione dei contenuti emersi rispetto ai vissuti personali e all’applicazione della DMT nell’ambito della disabilità.

– Sabato 9/06 ( 8 ore )
Ore 9.30 – 13.30 introduzione alle tematiche proposte nel laboratorio e agli elementi di Laban Movement Analysis e del Body Mind Centering.
Ore 14.30 – 18.30 sperimentazione individuale e di gruppo tramite proposte di movimento, esercizi mirati, improvvisazioni danzate, verbalizzazione ed elaborazione attraverso la parola scritta ed il disegno.

– Domenica 10/06 ( 5 ore )
Ore 9.30 – 14.30 rielaborazione delle tematiche emerse a livello personale e professionale, approfondimenti teorici degli argomenti trattati durante il seminario.

Il seminario è riconosciuto come formazione permanente dall’APID (Associazione Professionale Italiana Danza Movimento Terapia).

Per partecipare non occorre avere particolari competenze in ambito motorio.

Destinatari del corso
DMT diplomati, allievi in fine Formazione e altre figure professionali dell’ambito psico-corporeo, operatori sociali, fisioterapisti, danzatori, insegnanti, educatori, medici, psicomotricisti, logopedisti, attori…
Si rilascia attestazione di Formazione Permanente ai Soci Apid e attestazione di Frequenza agli altri partecipanti.

Costo
Soci Apid 120 euro
esterni 150 euro

Sede
ASD Università Popolare dello Sport,
Via F. Stilicone 41, Roma

Per iscrizione scrivere a:
lamiamisura@gmail.com
Resoconto dell’attività della Compagnia della Mia Misura nell’anno 2017

Resoconto dell’attività della Compagnia della Mia Misura nell’anno 2017

 

 

Scorrevo lungo la nostra pagina Facebook e come nel trailer di un film ho rivisto immagini e commenti di ogni nostro evento dell’anno passato.

Un 2017 ricco di attività artistica, di incontri e di occasioni nuove, ma anche colmo di feedback incoraggianti che mi aiutano a vedere molti degli obiettivi raggiunti dall’inizio del nostro progetto.

Dopo due anni di laboratorio, il 2017 è stato l’anno in cui abbiamo portato in scena “Luci nel buio” una rappresentazione nata da riflessioni fatte sulle ombre e le luci nella vita di ognuno di noi e dove tutti gli interpreti della compagnia hanno espresso la loro opinione.

Grazie al laboratorio di scrittura creativa offerto da Assunta Lunedi i pensieri espressi sono diventate poesie e filo conduttore della nostra sceneggiatura. Lo spettacolo diventa l’occasione per tutta la compagnia, a partire dal lavoro creativo fino alla sua realizzazione, di raccontare il nostro modo di vedere l’incontro con la diversità, restituendo un nuovo punto di vista.

Prima al Teatro Golden (18 Marzo) e poi di nuovo ad ottobre all’interno della rassegna “Che Danza vuoi” al Teatro Greco, lo spettacolo ha commosso molte persone del pubblico presente, lasciando una traccia di riflessione sul tema del limite e delle possibilità.

“Quando lo spettacolo va in scena il coreografo è dietro le quinte e non può più suggerire, ma solo lasciare andare e affidarsi a quello che succederà.

Il danzatore è sul palcoscenico e si ritrova solo a gestire l’emozione che prova, a trasformarle in movimento e insieme a mantenere la concentrazione, la memoria e la coordinazione dei tempi di entrate e uscite. Deve costantemente essere presente a se stesso e nella relazione con i colleghi con cui condivide lo spazio scenico e si prende così una parte di responsabilità della riuscita di un progetto comune. Tutto questo lo considero un vero e proprio processo di crescita e autonomia.

Grazie Compagnia della Mia Misura” (commento fb)

Nel nostro progetto ci sono anche gli scambi con altre realtà e nel 2017 a maggio abbiamo confermato la nostra presenza a Tuscania nella rassegna laboratoriale di Teatro integrato organizzata dalla Associazione Kinesfera. Ci siamo incontrati per la seconda volta con la compagnia teatrale Diversamente di Viterbo e la compagnia Nessuno Escluso di Civitavecchia insieme abbiamo danzato nello spazio, sperimentato l’incontro con l’altro attraverso il contatto. Il ritmo e l’esperienza sensoriale ci hanno regalato attimi di intense emozioni, rilassamento e riflessioni.

Un momento di confronto su modalità e tecniche di lavoro teatrale e di movimento con persone con diverse abilità, stimolante e che ha dato nuove consapevolezze ad ognuno di noi.

L’inclusione sociale attraverso l’arte arricchisce l’esperienza della vita! (commento fb)

Giungiamo alla sezione viaggi all’estero.

La compagnia della Mia Misura da un po’ di anni sperimenta viaggi in paesi europei, non solo per il gusto di visitare luoghi nuovi ma anche per incontrare altre compagnie di danza con ballerini con difficoltà psichiche e fisiche.

Nel 2016 Londra, quest’anno a giugno siamo stati a Berlino. Un viaggio impegnativo sia a livello organizzativo che di realizzazione. Grazie a Annalisa Maggiani, collega danza movimento terapeuta di Berlino, abbiamo avuto il contatto di altre associazioni italiane in Germania che si occupano di disabilità. La comunicazione non è stata facile inizialmente, dovuta non ad un problema di lingua ma di vedute diverse che poi si sono risolte. Berlino ci ha accolto meravigliosamente, una città affascinante e che funziona anche con alcune delle difficoltà che a Roma conosciamo benissimo.

In ogni nostro viaggio è previsto un workshop di danza, uno scambio di esperienza sul lavoro corporeo e questa volta abbiamo sperimentato una lezione di danza Butoh, condotta appunto da Annalisa Maggiani. Nuovi stimoli che hanno arricchito le competenze ormai acquisite negli anni, ampliando la nostra ricerca sul movimento e il bagaglio di consapevolezza. Apprendere cose nuove senza resistenze o difficoltà mi fa pensare alla “base sicura” che negli anni abbiamo costruito come gruppo e che dà a tutti la possibilità di crescere.

Trovare il vento l’aria il fulmine il fuoco trasformare stati : immagini del ws di Formazione per la compagnia romana Della mia misura a cura di Annalisa Maggiani al Theaterhaus Mitte di Berlino- con Salutare e.V ed Artemisia Projekt (commento fb)

La compagnia ha ricambiato offrendo all’associazione Artemisia e Salutare un laboratorio sul contatto e sulla relazione mostrando anche come certe esperienze di movimento noi le abbiamo trasformate in performance coreografiche.

http://www.artemisiaprojekt.de/it/home/

L’altro incontro importante è stato quello con il Theater Thikwa e.V. di Berlino. Una realtà per noi inimmaginabile. Un centro dove i ragazzi con diverse disabilità seguono un programma di lezioni e studi che li occupano per otto ore al giorno e dove si dividono in classi di tecniche di teatro, danza, yoga, ma anche laboratori di cartapesta e falegnameria. Ad ogni ragazzo disabile lo stato dà un contributo economico mensile nel rispetto del programma e ogni loro assenza dev’essere giustificata come in un contratto di lavoro. Commento di Ettore dopo la visita al centro: “io rimango qui, mi piace!“

http://www.thikwa.de/

In viaggio il gruppo assume caratteristiche diverse da quelle che vive quando è nella zona confort, le difficoltà sull’autonomia emergono di più, ma l’attenzione è globale ed individuale, i ruoli di guida si alternano, cosi come quelli di contenimento, accudimento e ascolto. La condivisone del giorno e della notte, del cibo, degli imprevisti e di ciò che è nuovo, hanno creato una preziosa complicità, che credo, alla fine di ogni viaggio, ognuno di noi conservi nel proprio luogo più intimo.

Un ringraziamento speciale quest’anno lo dedichiamo all’associazione “Insieme per caso” che donandoci l’incasso del loro spettacolo, ci ha permesso di alleggerire le spese che affrontiamo ogni volta che realizziamo le nostre attività. Inoltre ci ha messo in contatto con Michele Palazzetti, formatore, coaching e direttore dell’IPSE di Viterbo (Istituto Psicologico Europeo) che ci ha subito coinvolti (settembre 2017) all’interno di una giornata studio dedicata agli studenti della formazione in psicomotricità e a cui abbiamo presentato un workshop esperienziale sul contatto e il movimento. Un’altra prova per noi a livello organizzativo e di impegno nell’inclusione sociale che per la prima volta è stata riconosciuta con un contributo di rimborso spese.

La nostra partecipazione è arrivata anche a Milano (ottobre 2017) in occasione della settimana della danza movimento terapia (DMT) organizzata da APID. Grazie a Franca Rey carissima amica e collega siamo riusciti a organizzare sia la performance a Spazio Teatro 89 che il workshop presso l’associazione Mo’O Me Ndama, Un’occasione importante per far conoscere il nostro progetto così come io e Vittoria lo stiamo sviluppando e in cui la danza terapia è una delle tecniche che più ci sostiene con le diverse abilità, sia per le potenzialità artistiche che terapeutiche.

Si è appena concluso il nostro workshop. Anche questa volta si ritorna a casa con nuove emozioni, nuove esperienze, nuovi incontri. Grazie per la splendida ospitalità Milano. (commento fb)

Gli spostamenti da una città all’altra contribuiscono alla realizzazione dell’obiettivo “inclusione sociale” ma non solo da parte del disabile che si inserisce nella società, sono occasioni in cui incontriamo molta gente e osserviamo come alcune persone rimangano indifferenti alla nostra presenza e invece altre si accorgono di noi e si interessano al nostro progetto seguendolo poi sui social. L’inclusione è anche ricordare che la “realtà disabilità” esiste e insieme a questa i progetti e le persone che la sostengono.

Ottobre è il mese delle sorprese. Lidia Scognamiglio giornalista di Rai 2 ci contatta per un servizio su Medicina 33 in cui ci racconta mettendo in luce sia l’aspetto poetico che la valenza scientifica del nostro lavoro con la danza movimento terapia. Un’intervista a mio parere efficacie che esalta le qualità del progetto che portiamo avanti e vede arte e scienza dialogare per il benessere della persona. Un servizio apprezzato da molti colleghi nel settore riabilitativo e terapeutico, ma che soprattutto è arrivato a far conoscere la nostra realtà ad una famiglia il cui figlio piace molto danzare, ma non riusciva a trovare l’attività che accogliesse questa sua passione insieme alle sue fragilità. Ci hanno contattati ed ora La Compagnia della Mia Misura ha un nuovo danzatore.

Il nostro è un grande progetto e sono grata a tutti coloro che contribuiscono, creano occasioni e collaborano attivamente alla realizzazione degli obiettivi.

Bisogna essere tanti per essere forti” ( tratto da “Luci e ombre”)

https://www.facebook.com/CompagniaDellaMiaMisura/videos/1691322904276443/

Roberta Bassani

La Mia Misura su RAI 2

La Mia Misura su RAI 2

Il progetto della Compagnia della Mia Misura su Medicina 33, un servizio di Lidia Scognamiglio e con le riprese di Marco Gobbini per raccontare sia la valenza terapeutica che l’aspetto poetico della Danza Movimento Terapia.

La sensibilità e la professionalità della troupe giornalistica di RAI Due ha messo tutti a proprio agio e così abbiamo espresso al meglio la nostra passione più grande: danzare insieme.

Spettacolo 21 ottobre 2017

Spettacolo 21 ottobre 2017

la Compagnia della Mia Misura

presenta

Luci nel Buio

coreografia e regia Roberta Bassani e Vittoria La Costa

Testi originali a cura di Assunta Lunedi

Sabato 21 ottobre ore 20

Teatro Greco Via Ruggero Leoncavallo, 10 Roma

La Compagnia della Mia Misura è un progetto di inclusione sociale attraverso l’arte e la danza. Nato da un’idea di Roberta Bassani e Vittoria La Costa è attivo dal 2011.

E’ anche un laboratorio permanente aperto a tutti coloro che vogliono mettere in gioco le proprie diverse abilità.

In questi anni abbiamo partecipato a eventi di promozione sociale, culturale e sportiva, e a progetti nazionali ed europei per la diffusione e lo scambio di buone prassi e per favorire la cultura della diversità come risorsa.

Abbiamo inoltre prodotto e messo in scena 3 spettacoli:

  • Ballate… e poesie da Stefano Benni (2012-2013),
  • Appunti di viaggio (2013-2014)
  • Tra luci e ombre (2015-2016).

Luci nel buio è la nostra nuova produzione. Nato da un lavoro di ricerca coreografica e artistica, come un viaggio interiore che attraversa diversi aspetti della vita di ognuno di noi: solitudine, conflitti, momenti di condivisione autentica con le altre persone. I testi dello spettacolo nascono dalle riflessioni dei DanzAttori della Compagnia proprio su queste tematiche.

 

Luci nel buio – Roma, Teatro Greco, 21 Ottobre 2017 ore 20.00

 

Sinossi

La nostra vita e la realtà che ci circonda sono piene di luci e ombre che attraversano la nostra strada.

Il viaggio di questo spettacolo inizia proprio da qui, da quando le ombre prendono forma, si materializzano e ci risucchiano, ci lasciano a terra in un luogo sconosciuto, dove la paura e la solitudine ci portano a credere che forse saremmo meno spaventati se solo riuscissimo a confonderci con l’altro. Ma presto ci accorgiamo che questo non basta e una parte di noi preme per emergere, per urlare chi siamo. Cerchiamo un modo per differenziarci dall’altro e proviamo a creare un confine, a difenderlo, a contrapporci con forza contro chiunque sia diverso da noi… ma anche questa strada ci conduce a un vicolo cieco.

Nel momento in cui crediamo di non avere più speranza iniziano ad emergere delle fioche luci lontane. La vita lotta per non morire. Iniziamo a riconoscere noi stessi e l’altro… per quello che è. Siamo in grado di tendergli la mano, perché è proprio lui o lei che vogliamo con noi… magari per fare insieme un pezzetto della strada.

 

La settimana della Danza Movimento Terapia

La settimana della Danza Movimento Terapia

La compagnia della Mia Misura sarà a Milano per aprire la settimana della danza terapia in occasione  dei 20 anni dell’APID  www.apid.it.

Sabato 30 settembre Spazio Teatro89 ore 20

Performance della Compagnia della Mia Misura tratto da “Luci nel Buio”

Domenica 1 ottobre Mo’O Me Ndama ore 10,30/12

Laboratorio con la Compagnia della Mia Misura. Un’esperienza unica di studio e movimento alla ricerca della relazione e del contatto con le diverse abilità.

Evento gratuito per iscrizione e prenotazione posti in teatro rivolgersi a:

apidlombardia@gmail.com

 

 

Ringraziamenti Crowdfunding

Ringraziamenti Crowdfunding

Il crowdfunding su Produzioni dal Basso della Compagnia della Mia Misura si è concluso.

Il progetto Luci nel Buio si è realizzato grazie alla partecipazione di Pietro Bassani, Francesca Porta, Suzanne Genest, Antonella Gionta, Paola Emanuele, Scuola Infanzia Florian, Giovanna Taglialatela, Massimiliano Tiana, Tiziana Gaglianone e Antonio Coratella.

Il contributo ha sostenuto parte delle spese per la realizzazione dello spettacolo del 18 marzo 2017 al Teatro Golden e abbiamo avuto per ora una proposta di realizzare il nostro libro di poesia in versione eBook.

Grazie ancora a tutti voi!

Workshop performativo a Berlino

Workshop performativo a Berlino

 

 

“Dialoghi danzanti” è il workshop performativo che si terrà il 29 giugno a Berlino.

La compagnia della Mia Misura insieme con Artemisia hanno organizzato, con il patrocinio di Salutare, questo evento, per favorire lo scambio culturale tra artisti diversamente abili e non, appartenenti ad altre culture e nazionalità.

Un’esperienza unica, un arricchimento per tutti coloro che lavorano nella relazione d’aiuto, che amano l’arte e la danza o che semplicemente vogliono sperimentare uno scambio culturale. I danzatori della Compagnia della Mia Misura proporranno un lavoro sulla relazione, attraverso la danza, la musica e con l’utilizzo di alcuni materiali.

Le esperienze di movimento sono utili per presentare se stessi e interagire con le altre persone, come nella presentazione dei partecipanti di un gruppo attraverso il proprio nome e un gesto, l’interazione attraverso delle fasce elastiche e il dialogo motorio.
Ognuno può essere riconosciuto come parte del gruppo con la propria individualità.
Ognuno porta il proprio contributo, qualunque esso sia, e questo viene accettato e sostenuto per quello che è. In questo modo ogni differenza viene integrata e condivisa nella collettività, mantenendo la propria individualità.
Questo approccio pedagogico può essere usato con tutte le differenti abilità.

I partecipanti avranno modo di osservare anche come dall’improvvisazione nasce un vero e proprio lavoro coreografico.

Qui l’articolo su il Mitte.

Quando:Giovedì 29 Giugno 2017

Orario:dalle ore 17.30-alle 20.00

Dove:Theaterhaus Mitte – Sala 403

Haus C, Wallstraße 32, 10179 Berlin

Come:U 8 Heinrich-Heine-Straße

Luci nel buio

Luci nel buio

 
La compagnia della Mia Misura
presenta lo spettacolo di teatro danza
 
Luci nel buio
Sabato 18 MARZO 2017 ore 16,30
Teatro Golden
via Taranto,36 Roma 
per prenotazione o prevendita dei biglietti potete contattarci 
 
a: lamiamisura@gmail.com o chiamare Roberta Bassani 3473061411