Gli spettacoli

Gli spettacoli

La scelta della tematica da mettere in scena viene estrapolata e/o integrata da racconti e pensieri che possono emergere dai membri del gruppo, espressione del loro mondo e del loro modo di essere; da uno o più testi letterari come cornice alla trama della storia del gruppo e, da come si può vedere negli ultimi spettacoli, dalla scrittura di poesie.

In ogni momento della realizzazione  si cerca, dunque, di valorizzare le risorse di ogni componente del gruppo; ogni persona ha un suo ruolo e un suo spazio per contribuire alla costruzione dello spettacolo.

La preparazione consisterà anche nella scelta di musiche, nelle prove, nella realizzazione dei costumi e delle scenografie per la messinscena finale.

Il primo spettacolo della Compagnia si intitola Ballate… e poesie da Stefano Benni

È stato rappresentato per la prima volta a Roma il 6 Giugno 2012, e quindi proposto nuovamente il 27 Marzo 2013 presso il Teatro Centrale Preneste.

In esso si sviluppa in un percorso dove si alternano danze e poesie e affronta tematiche legate alle nostre aspirazioni, sogni, incubi, amori, volontà di mettersi in gioco e piacere di muoversi insieme attraverso il divertimento e l’ironia.

 

Il secondo spettacolo Appunti di viaggio, è un lavoro liberamente tratto da “Le città invisibili” di Italo Calvino. Lo spettacolo è stato presentato in diversi contesti:

– in anteprima alla manifestazione “Sport Against Violence”  presso lo Stadio delle Terme di Caracalla (8 Giugno2013) e nella rassegna teatrale “Schmetterling” con l’Associazione Culturale Crea.Mo il 26 Giugno 2013 al teatro Sala Uno di Roma;

– vincitore del Concorso “Maratona di corti 2014” (teatro SalaUno di Roma 6 Dicembre 2013);

– rappresentato a Roma, Teatro Centrale Preneste, il 16 Aprile 2014 e al Teatro Greco, il 20 Dicembre 2014.

In esso, attraverso domande, immagini, emozioni, ogni spettatore avrà la possibilità di rivedere e immaginare il proprio viaggio, nei luoghi che sono dentro e fuori di sé.

Il terzo spettacolo, Luci nel buio, è stato presentato in anteprima al Festival dell’Avvento 2015 in collaborazione con la Libera Accademia di Roma, LAR (Piazza San Lorenzo in Lucina, 20 Dicembre 2015).

Luci e ombre della nostra vita quotidiana, in relazione all’amore, all’incontro con l’altro, il diverso da me, ai fatti di cronaca e di attualità sono le tematiche affrontate e inoltre in questo spettacolo, oltre alle tecniche di teatro-danza già sperimentate, parte integrante avranno le poesie scritte dai membri di questi compagnia.

 Luci nel Buio la produzione dell’anno 2017 andato in scena il 18 marzo al Teatro Golden e il 21 ottobre al Teatro Greco all’interno della rassegna “Che Danza vuoi?”

Sinossi

La nostra vita e la realtà che ci circonda sono piene di luci e ombre che attraversano la nostra strada.

Il viaggio di questo spettacolo inizia proprio da qui, da quando le ombre prendono forma, si materializzano e ci risucchiano, ci lasciano a terra in un luogo sconosciuto, dove la paura e la solitudine ci portano a credere che forse saremmo meno spaventati se solo riuscissimo a confonderci con l’altro. Ma presto ci accorgiamo che questo non basta e una parte di noi preme per emergere, per urlare chi siamo. Cerchiamo un modo per differenziarci dall’altro e proviamo a creare un confine, a difenderlo, a contrapporci con forza contro chiunque sia diverso da noi… ma anche questa strada ci conduce a un vicolo cieco.

Nel momento in cui crediamo di non avere più speranza iniziano ad emergere delle fioche luci lontane. La vita lotta per non morire. Iniziamo a riconoscere noi stessi e l’altro… per quello che è. Siamo in grado di tendergli la mano, perché è proprio lui o lei che vogliamo con noi… magari per fare insieme un pezzetto della strada.